MotoGp Austria, Bastianini in pole davanti a Bagnaia. “Giro non perfetto, in gara posso fare di più”

Posted on

Una pole “bestiale”, la prima di un carriera in MotoGp che si annuncia luminosa: in sella alla Ducati del team Gresini, Enea Bastianini domina le qualifiche austriache e si candida come favorito per domenica. Ma dovrà fare i conti con un Bagnaia lucido, esplosivo: reduce da due vittorie consecutive, Pecco ha mantenuto la freddezza giusta e – nonostante uno scivolone nelle libere e un’incertezza nella prima parte delle Q2 – ha chiuso a soli 24 millesimi dal riminese. I due italiani si abbracciano nel parco chiuso, è la promessa di una sfida che si annuncia spettacolare.

Quattro Ducati in testa

Dovranno fare i conti con un terzo ducatista, che partirà con loro in prima fila: Miller, l’australiano, anche lui pilota della squadra ufficiale ha accusato poco più di un decimo di ritardo. Borgo Panigale cala un poker, perché il 4° posto è tutto per un elettrico Martin, che con la Gp22 targata Pramac si mette davanti a Quartararo: il francese con la M1 dà tutto, ma – nonostante la nuova chicane – al Red Bull Ring sono le Rosse a dettare legge: 5 moto emiliane nelle prime 6, poi l’Aprilia di Vinales. Il suo compagno di squadra Aleix Espargaro, in lotta per il titolo reduce dalle Q1 non va oltre il 9° crono: una terza fila che potrebbe costargli caro.

Bastianini, Bestia impeccabile: “Funziona tutto”

“Non facevo una pole dai tempi della Moto3, non ci ero riuscito neppure quando avevo vinto il titolo in Moto2, sono passati più di 4 anni. Questo pomeriggio ha veramente un sapore particolare”. Enea Bastianini confessa: “Sono contentissimo, e quando sono sereno e le cose vanno bene nel box, tutto funziona: non è stato facile, ma nella quarta sessione abbiamo fatto un grande passo avanti. Il mio giro in qualifica non è stato perfetto, ma è bastato per la pole. Abbiamo cambiato solo qualche piccola cosa a livello di elettronica, il resto è perfetto: siamo pronti per la corsa, dove penso di poter fare qualcosa di più”. Scoppia a ridere, quando gli chiedono della Sprint Race che scatterà ogni sabato il prossimo anno: “Sarà lunga metà della gara di domenica: per me un bel problema, visto che vengo sempre fuori nel finale”.

MotoGp, in Austria nel circuito da brivido: una chicane in più per renderlo più sicuro

di Massimo Calandri 18 Agosto 2022

Bagnaia, prima fila d’oro: “Merito dei meccanici”

Anche Pecco Bagnaia è felice: continua a progredire, nonostante qualche brivido. “Oggi il merito è tutto dei meccanici, che hanno fatto un grande lavoro. Ho fatto una stupida caduta, temevo di aver perso la moto – spiega il piemontese -. Invece me l’hanno rimessa a posto in un niente, sono stati eccezionali: con la seconda Gp22 avrei fatto più fatica, lo so. All’inizio la giornata si era complicata perché non trovavo il giusto feeling con le gomme, ma poi tutto ha preso una piega positiva e siamo scesi di mezzo secondo. Abbiamo il passo per un successo, ma ci sono tante Ducati davanti che di sicuro non mi faranno vincere”. Troverà vicino il compagno del team ufficiale, Miller: “Sono andato subito forte, mi è sembrato di aver un bel passo”, dice l’australiano. “Poteva anche puntare alla pole, ma con la seconda gomma ho fatto degli errori nella prima parte del tracciato. Peccato, però domenica potremo essere davanti”.

Quartararo solo 5°, stretto tra i ducatisti Pramac

In seconda fila Quartararo è stretto tra i due ducatisti della Pramac, Martin e Zarco. In terza fila le due Aprilia stritolano la Suzuki di Mir. Nella quarta fila c’è Di Giannantonio, compagno della Bestia (quinta Ducati: 7 moto italiane nelle prime 10), poi Rins e la Ktm di Binder. Honda sempre in crisi: il migliore è Nakagami, preceduto da Marini (13°). L’altro pilota della Mooney Vr4, Bezzecchi, vittima di una caduta in Q1, non va oltre la settima fila giusto dopo Dovizioso (20°), mentre Savadori, con la terza Aprilia in griglia, è 24°. Ultimo, Alex Marquez.

MotoGp, Austria: Ducati super nelle libere. Dal prossimo anno gara sprint al sabato

di Massimo Calandri 19 Agosto 2022

Dal 2023 la Sprint Race, ecco tutti i dettagli

Sprint Race in tutte le gare della prossima stagione e programma del fine-settimana rivoluzionato per la MotoGP: nel 2023, il venerdì si correranno due sessioni di prove libere (mattina e pomeriggio) della durata di un’ora ciascuna, i tempi combinati varranno per determinare l’ingresso dei migliori 10 direttamente alle Q2. Al sabato mattina una terza sessione di mezz’ora, poi le qualifiche. Nel pomeriggio, alle 15, la gara “sprint” su di una lunghezza pari alla metà di quella della domenica. Punti in palio per i primi 9 classificati: al migliore ne andranno 12, 9 per il 2°, quindi 7 per il 3°, 6 al 4° e così via a scalare fino a 1 punto previsto per il 9° arrivato.

Oggi la Grand Prix Commission ha confermato la notizia che già da ieri era nota a tutti: “Dopo 2 anni di Covid c’era bisogno di cambiare”, ha spiegato Jorge Viegas, presidente della Fim. “Vogliamo regalare uno spettacolo migliore, aumentare il numero degli spettatori riempire meglio il programma del sabato. Ci sono ancora alcuni dettagli da definire, ma queste sono le linee-guida”.

Marquez: “Potrei tornare a fine anno”

“Il mio corpo è la cosa più importante. Vorrei tornare in moto entro la fine dell’anno, magari correre un gp: ma se c’è da aspettare, questa volta lo farò”. Marc Marquez in questi giorni è nel box Honda, ha raccontato che la prossima sarà la dodicesima settimana dal quarto e ultimo intervento all’omero destro fratturato 2 anni fa a Jerez: “Tra pochi giorni l’osso dovrebbe essere a posto al 100%. Mi sto allenando, non vedo l’ora di tornare in sella, mi entusiasma il progetto Honda per il 2023: però calma, ora devo solo pensare a guarire”.

Jasaseosmm.com Smm Panel is the best and cheapest smm reseller panel Buy Twitter Verification for instant Instagram likes and followers, Buy Verification Badge, Youtube views and subscribers, TikTok followers, telegram services, and many other smm services. telegram, and many other smm services.