Spalletti: “Il Napoli non è cambiato, manca solo un po’ di esperienza”

Posted on

NAPOLI – Basso profilo. Il mercato del Napoli è decollato negli ultimi giorni con gli acquisti di Simeone, Ndombele e Raspadori, ma Luciano Spalletti ha tirato il freno alla vigilia del debutto allo stadio Maradona contro il Monza. “La soddisfazione che ci circonda può aiutare i miei giocatori a diventare un po’ prima una squadra forte, come lo eravamo l’anno scorso. Credo però che il ritrovato entusiasmo dipenda dalla grande prestazione fatta nel debutto a Verona e non dalle caselle che sono state riempite con l’arrivo dei rinforzi. Siamo andati a sostituire i giocatori andati via e ora lotteremo per diventare un gruppo solido, trovando dei nuovi equilibri pur avendo meno esperienza, presenze in Champions e in Nazionale. Capisco lo stupore da parte di chi sosteneva che eravamo disposti ad allenare un Napoli incompleto, ma non era così. Bisognava metterceli dentro certi calciatori per giocare queste competizioni. Ora serve una disponibilità collettiva verso i compagni come c’era prima. Noi siamo gli stessi di prima con meno esperienza, con meno presenze in Champions, con meno presenze in nazionale, con meno personalità. Koulibaly è già il miglior difensore della Premier dopo due partite e questo vuol dire qualcosa. Ma è verto che la società ha lavorato sicuramente bene, mantenendo un occhio a quelle che sono le proprie finanze”, ha messo subito in chiaro l’allenatore toscano, rispondendo a tono alle richieste di alzare l’asticella.

Napoli, Navas il preferito per la porta: Spalletti ha bisogno di esperienza

di Marco Azzi 19 Agosto 2022

“La mina vagante del campionato lo siamo stati l’anno scorso. Dobbiamo ritrovare delle qualità e non so se ce le avremo. Voglio vedere all’opera il nuovo gruppo tutto l’insieme. Mi sembrano bravi ragazzi, se riusciremo a lavorare bene e in sintonia faremo la differenza. Sarà un campionato difficile, c’è da essere disponibili tutti per andare a pulire delle cose per i compagni e pensare al collettivo Non so chi si sia rinforzato di più. Mi sembra che abbiano lavorato bene tanti club per migliorarsi, hanno preso calciatori con valutazioni differenti rispetto alle nostre e senza pensare ai costi e al ringiovanimento. Altre hanno fatto operazioni per vincere subito, al di là dell’investimento o della prospettiva del calciatore. Inter, Milan, Juventus moltissimo, ma anche la Roma e la Lazio che ha comprato tanti giocatori si sono rinforzate”.

Il gol, l’esultanza alla Curry e la faccia tosta: Kvaratskhelia, la scommessa (per ora vincente) del nuovo Napoli

di Marco Azzi 17 Agosto 2022

Niente voli pindarici, insomma. Spalletti ha i piedi per terra. “Pensiamo al campo. Abbiamo già lavorato sul 4-3-3 o sul 4-2-3-1 e che ci sia o meno Raspadori è la stessa cosa. Ci sono calciatori che ci possono permettere di lavorare in entrambe le situazioni tattiche. E’ chiaro che l’idea Raspadori nasce dal fatto che lui sia un giocatore che può darci cose differenti rispetto a quelle che già abbiamo.. Ndombele è arrivato con un biglietto da visita importante. Può ricoprire tutti i ruoli del centrocampo. Ho percepito la disponibilità, la convinzione e l’entusiasmo nell’accettare il nostro progetto. Ha una voglia matta di far vincere il Napoli. Lo ha fatto vedere durante la trattativa. E’ un calciatore completo, sa imbucare benissimo, ha un passaggio verticale per chi attacca lo spazio. E’ forte tecnicamente, esce dalle situazioni difficili, gli piace più correre avanti che all’indietro, ma su questo ci lavoriamo”.

Poi il tecnico azzurro ha spostato l’attenzione sulla partita contro il Monza. “Basta risposte sul mercato. Il Monza è forte ed è gestito da persone che hanno fatto la storia del nostro calcio. Soltanto dirigenti come Galliani potevano andare a convincere del progetto gente di qualità come Ranocchia, Caprari, Sensi, Pessina, come lo stesso  Petagna. Ha lasciato Napoli soltanto per l’esigenza di trovare più spazio e giocare di più. Domani lo ringrazierò per tutto quello che ci ha dato.Mi aspetto una squadra moderna. Stroppa è un allenatore bravo: a volte viene a prenderti, altre aspetta dietro la linea della palla. I suoi giocatori sanno fare entrambe le fasi. Noi dobbiamo riuscire a essere quella squadra che sta bene in campo e ha equilibri. Affronteremo un avversario molto tecnico e noi dobbiamo avere la testa giusta”. Chiusura sul probabile arrivo di Navas. “Noi dobbiamo avere due portieri forti e in questo momento li abbiamo: Meret e Sirigu. . Ci sono delle situazioni che possono svilupparsi, alcuni discorsi sono stati fatti. Vedremo cosa accadrà. Io penso ad allenare con quelli che sono disponibili”.

Jasaseosmm.com Smm Panel is the best and cheapest smm reseller panel Buy Twitter Verification for instant Instagram likes and followers, Buy Verification Badge, Youtube views and subscribers, TikTok followers, telegram services, and many other smm services. telegram, and many other smm services.